Giu 022018
 

Il denaro lo si ottiene da un amante in due maniere: con mezzi legali e naturali, o con artifizi. Alcuni antichi autori son d’avviso che se una cortigiana può ottenere dal suo amante tanto denaro quanto le bisogna per la sua vita, non deve usare artifizi. Ma Vatsyayana stabilisce che, se è in condizioni di accumular denaro coi mezzi naturali, con l’artifizio ne otterrà il doppio, e conseguentemente userà l’artifizio per estorcer denaro in tutti i modi. Gli artifizi per farsi regalare denaro da un amante sono i seguenti:
1) Domanderà denaro in ogni occasione; per comprare alcuni oggetti, qualche ornamento, cibi, bibite, fiori, profumi, vesti; e lei poi non farà l’acquisto o lo farà a prezzi inferiori.
2) Gli vanterà la sua intelligenza.
3) Fingerà di essere obbligata a far dei regali in occasione di feste che abbiano per oggetto voti, giardini, alberi, templi, o riserve.
4) Gli inventerà che andando da lui le guardie del re oi ladri le hanno rubato i gioielli.
5) Gli affermerà che la sua proprietà è stata distrutta dal fuoco e la sua casa è rovinata, che i suoi domestici sono stati negligenti.
6) Confesserà di avere smarrito i suoi ornamenti e quelli dell’amante.
7) Gli farà conoscere, per mezzo di terza persona, tutte le spese sopportate per andarlo a visitare.
8) Farà dei debiti a nome del suo amante.
9) Litigherà con la madre per qualche spesa fatta per l’amante e non approvata dalla madre.
10) Non andrà a qualche festa o partita di piacere non potendo offrire agli amici doni, dopo aver informato l’amante dei ricchi doni che avrà altra volta ricevuto dagli stessi amici.
11) Non compirà alcuni riti religiosi col pretesto che non ha denaro per festeggiarli.
12) Impegnerà degli artisti a far qualche cosa a conto dell’amante.
13) Manterrà medici e ministri con qualche scopo.
14) Assisterà amici e benefattori sia nell’occasione di feste, sia nell’avversa fortuna.
15) Osserverà i riti domestici.
16) Pretenderà di dover pagare le spese del matrimonio del figlio di una sua amica.
17) Dovrà soddisfare qualche voglia durante la gravidanza.
18) Si fingerà malata e caricherà la spesa delle medicine.
19) Dovrà aiutare un amico nell’indigenza.
20) Venderà qualche gioiello per fare un regalo all’amante.
21) Fingerà di vendere una parte dei suoi ornamenti, dei suoi mobili, dei suoi utensili da cucina a un mercante che sarà stato prima avvertito della parte che deve fare.
22) Avrà bisogno di comprare utensili da cucina di valore più grande di quelli comuni, per poterli distinguere facilmente e per non confonderli con gli altri di qualità inferiore.
23) Si ricorderà le prime generosità dell’amante e ne farà sempre parlare dalle amiche e dalle donne del seguito.
24) Parlerà all’amante dei benefici ottenuti da altre cortigiane.
25) Davanti a queste, descriverà i suoi benefici come più grandi dei loro anche se non è vero, alla presenza dell’amante.
26) Si opporrà apertamente alla madre, se questa vorrà che abbandoni l’amante per altri uomini conosciuti prima e più generosi.
27) Farà notare all’amante la generosità dei suoi rivali.
E così terminano i modi di guadagnare il denaro.
Una donna deve sempre essere a conoscenza delle condizioni di spirito, dei sentimenti e delle disposizioni dell’amante a suo riguardo, basandosi sui cambiamenti di carattere, sul modo di comportarsi e sul colore del viso.
La condotta di un amante che si raffredda è la seguente:
1. Dà a una donna meno di quanto le sia necessario per vivere e, qualche volta, anche cose diverse da quelle domandate.
2. Le fa promesse che non mantiene.
3. Le annuncia di voler fare una cosa e poi ne farà un’altra.
4. Non soddisfa i suoi desideri.
5. Dimentica le promesse, o fa il contrario di ciò che aveva promesso.
6. Parla coi suoi domestici in modo misterioso.
7. Passa la notte in un’altra casa, con il pretesto di aver da fare per un amico.
8. E infine parla in segreto con le donne del seguito di un’altra donna precedentemente conosciuta.
Ora, quando una cortigiana si accorge di un cambiamento nelle disposizioni dell’amante, deve subito mettere le mani su tutto quanto possiede di più prezioso, e prima che egli possa indovinare le sue intenzioni farà portar via tutto da un supposto creditore come pagamento di un debito immaginario. Poi, se l’amante è ricco e l’avrà sempre trattata bene, avrà per lui il medesimo rispetto, ma se è povero e senza mezzi, se ne libererà come non lo avesse mai conosciuto.
I mezzi per liberarsi di un amante sono i seguenti:
1) Farà sembrare le abitudini e i vizi dell’amante come insopportabili e odiosi, sorridendo a fior di labbra e battendo i piedi.
2) Gli parlerà di un affare che lui non conosce.
3) Non si dimostrerà ammirata per il suo sapere ed anzi lo criticherà.
4) Umilierà il suo orgoglio.
5) Cercherà la compagnia di uomini a lui superiori, in sapienza e saggezza.
6) In varie occasioni gli farà capire il suo sdegno.
7) Criticherà gli uomini che mostrano gli stessi difetti di lui.
8) Si mostrerà scontenta per i generi di godimento da lui usati.
9) Non si farà baciare sulla bocca.
10) Gli proibirà di toccarla nel suo jaghana, o parte del corpo fra l’ombelico e le cosce.
11) Mostrerà disgusto per le ferite fattele con i denti e le unghie.
12) Non si stringerà a lui quando l’abbraccerà.
13) Resterà immobile durante l’amplesso.
14) Cercherà invece l’unione sessuale quando lui è stanco.
15) Riderà della sua affezione per lei.
16) Non risponderà ai suoi abbracci.
17) Si allontanerà da lui quando vorrà abbracciarla.
18) Farà finta d’aver sonno.
19) Uscirà per una visita, o andrà a raggiungere una compagna quando lui dimostrerà il desiderio di restare tutto il giorno con lei.
20) Fingerà di capire male le sue parole.
21) Riderà senza motivo, o se lui dice qualche spiritosaggine, riderà di un’altra cosa.
22) Guarderà di traverso le sue domestiche, e farà rumore con le mani quand’egli parlerà.
23) L’interromperà nel mezzo di una narrazione mettendosi lei stessa a raccontare delle storie.
24) Divulgherà i suoi difetti e i suoi vizi, dichiarandoli incurabili.
25) Dirà alle domestiche di lui parole calcolate per pungere nel vivo il cuore dell’amante.
26) Avrà cura di non guardarlo quando le parlerà.
27) Gli domanderà cose ch’egli non potrà darle.
28) E finalmente lo allontanerà. Abbiamo su questo soggetto due versetti, di cui ecco il testo:

Il dovere di una cortigiana consiste nell’avere relazioni con uomini che le convengono e dopo maturo esame; nell’affezionarsi l’uomo col quale si è unita; nel farsi regalare molto denaro dall’uomo che le è affezionato; e nell’allontanarlo dopo averlo spogliato di tutta la sua ricchezza.
Una cortigiana, che conduce così la vita di una donna sposata, non ha l’impaccio di un gran numero di amanti, e con tutto ciò può procurarsi ugualmente abbondanza e ricchezza.

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)